TOSSINA BOTULINICA

Personalmente, utilizzo trattamenti di Tossina Botulinica mirati per ogni paziente e non schemi classici, in modo da consentire il miglior risultato possibile e naturale, con questo farmaco che io definisco “nobile”, in quanto dopo un’attenta valutazione anatomica e funzionale dei muscoli mimici del volto ed in mani esperte può dare dei risultati spettacolari.

La tossina botulinica o botulino, nota anche come botox, è un farmaco che, inibendo in modo temporaneo l’azione dei muscoli mimici del volto, distende le rughe e le pieghe del viso, causate dalla eccessiva contrazione muscolare.
Il botox rilassa i muscoli e dona alla pelle un aspetto liscio e levigato.

La tossina botulinica è usata da molti anni per uso neurologico (trattamento del torcicollo spasmodico e tetraparesi spastiche), fisiatrico, maxillo-facciale ed oculistico (strabismo, del blefarospasmo).

Attualmente ne è consentito l’uso anche in ambito Medico Estetico, limitatamente al trattamento delle rughe glabellari (tra le sopracciglia), e cantali laterali (zampe di gallina), di grado da moderato a grave in pazienti adulti.

Nello specifico, in campo Medico Estetico, può essere indicato per contrastare le rughe del viso, per le aree del collo, ma anche, per il gummy smile (sorriso gengivale), per il bruxismo e per il trattamento dell’iperidrosi (sudorazione) palmare, plantare ed ascellare.

Il trattamento si esegue con un sottile ago nei muscoli interessati, con cui si iniettano alcune gocce di farmaco in corrispondenza dei muscoli mimici da trattare, con dosi e diluizioni personalizzate per ogni paziente. Il trattamento si esegue in ambulatorio.

L’azione della tossina botulinica provoca un rilassamento muscolare, non immediato, che si consolida solitamente in un tempo variabile tra i 4 ed i 15 giorni, con l’effetto di distendere le aree oggetto del trattamento e scompare gradualmente nell’arco medio di 4-6 mesi.

Nel caso dell’iperidrosi vengono invece effettuate micro-iniezioni intradermiche che agiscono sulle ghiandole sudoripare inibendo l’effetto della sudorazione.

"

EVENTUALI CONTROINDICAZIONI

Il trattamento con Tossina Botulinica è controindicato in soggetti con ipersensibilità accertata alla tossina botulinica di tipo A o ad uno dei qualsiasi eccipienti della formulazione, in presenza di miastenia grave o della sindrome di Eaton Lambert.

E’ inoltre necessaria una particolare attenzione nei pazienti con sclerosi amiotrofica laterale o con disordini neuromuscolari periferici.

Teoricamente può causare interazioni con antibiotici aminoglicosidi o spectinomicina o da altri medicinali che interferiscono con la trasmissione neuromuscolare.

"

INDICAZIONI PRE E POST TRATTAMENTI

Fondamentale per l’ottenimento del miglior risultato del trattamento della tossina botulinica sono le istruzioni pre e post trattamento.

È necessario dichiarare al medico senza riserve il proprio stato di salute, eventuali allergie o intolleranze, eventuali trattamenti medico estetici o chirurgici effettuati precedentemente nell’area interessata al trattamento con Tossina Botulinica o nelle aree circostanti, cosi come l’aver effettuato altri trattamenti con Tossina Botulinica con indicazione specifica del prodotto impiegato e del momento temporale di iniezione, al fine di permettere al medico di valutare eventuali controindicazioni al trattamento stesso. Così come, è fondamentale effettuare da parte del Medico Estetico la valutazione personalizzata del viso del paziente per valutare qual è l’azione, la posizione esatta, l’inserzione e la forza dei diversi muscoli, in quel momento.

Dopo il trattamento con Tossina Botulinica e per i successivi 7 giorni è assolutamente sconsigliata l’esposizione diretta ai raggi ultravioletti (esposizione solare o lampade), al calore (doccia molto calda, sauna e bagno turco) e al freddo intenso. Sono altresì da evitare tutte le manovre traumatizzanti (sfregamento della zona trattata, gommage, brushing, scrub e terapie estetiche), anche lavare o asciugare i capelli, nel caso del viso, e l’utilizzo di detergenti o cosmetici inadeguati che possono aumentare il rischio di effetti collaterali ed alterare il risultato terapeutico prefissato. È, peraltro, sconsigliata l’assunzione in quantitativi significativi di alcolici e superalcoli per un periodo di 10-14 giorni.

appuntamento Online

Termini e condizioni

Sarete contattati nel più breve tempo  possibile.

Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati | Dott.ssa Marina Conese | P.IVA 07675510726 | Via Crisanzio, 119 - 70123 Bari (BA) | Tel: 080 403 8605 - Cell. 348 610 3461
Progetto a cura di Deraweb - Brand del gruppo Sundera S.r.l.