Micosi, bene che vada, Hiv o Epatite C, nella peggiore delle ipotesi. C’è poco da scherzare quando pelle e cuoio capelluto vengono sottoposti a trattamenti estetici esterni. Il rischio di infezioni è alto. Spiega Marina Conese, dermatologa, specialista anche in medicina estetica: “Purtroppo sia per il contesto economico in cui viviamo sia per un certo appiattimento culturale, a fronte di campagne di informazione tanto diffuse c’è da registrare una progressione di patologie derivate da un mal practice dell’arte sanitaria. Alla mia osservazione giungono sempre più frequentemente infezioni batteriche, virali e fungine sopratutto di alcuni distretti corporei quali pianta del piede, mani e cuoio capelluto, spesso derivate da una incapacità diagnostica di un podologo o di una estetista o di parrucchieri e parrucchiere “poco attenti”. Ancora più frequenti nei giovani sono le follicoliti cutanee (infezione acuta degli strati superficiali della cute, ndr), provocati da incauti stripping domiciliari o del fai-da te. Ma è la punta di iceberg. Diagnosi in ritardo, infezioni contratte spesso senza che nemmeno lo si sappia. Conese insiste: “Vorrei ricordare come una inadeguata e mal condotta pratica parasanitaria può indurre patologie sistemiche molto più serie: nella mia attività ormai è comune la richiesta della titolazione anticorpale o antigenica dei markers virali. E assicuro che spesso è una reale sorpresa anche per il paziente, scoprire di avere contratto un virus”. Niente allarmi, l’invito è alla “estrema cautela” nell’affidarsi a chi non è un medico o non è in grado di garantire competenze e stanrdard elevati.

Dott.ssa Marina Conese

È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione della titolare cui sono riconducibili i contenuti dello stesso portale.

 

EVENTO PURIFICANTE

20 Marzo 2018

Clicca qui per scoprire i dettagli